News

William Klein

Nato a New York nel 1928 da una famiglia ebrea, William Klein in questi mesi si trova in mostra a Milano con una retrospettiva ideata e curata da Alessandra Mauro.

Durante la sua carriera Klein ha cercato di spaziare tra diverse forme d’arte: tutto iniziò dalla sua passione per la pittura che lo ha portato a trasferirsi da New York a Parigi , per poi tornare dopo alcuni anni nella città natale per dedicarsi alla realizzazione del suo diario fotografico.

Negli anni 40 invece raggiunge a Roma Fellini per fargli da assistente mentre nei primi anni 50 si dedicherà in maniera esclusiva al cinema realizzando anche diversi film.

Ancora, negli anni 80, torna alla fotografia e pubblica in contemporanea diversi libri, esponendo in tutto il mondo e ricevendo diversi premi e riconoscimenti.

Oggi finalmente in mostra a Milano presso il Palazzo della Ragione, dove saranno esposte 150 opere provenienti dal suo archivio personale ed estratti di film che ha diretto come quello dedicato al grande Cassius Clay.

9 sezioni, tra cui alcune dedicate alla fotografia di strada di Milano, Parigi, New York e Mosca, oltre che alle sue opere astratte e geometriche.

Klein è considerato anche un innovatore della fotografia di moda, e lavorò a lungo per la rivista Vogue America per questo motivo una delle sezioni della sua mostra sarà proprio dedicata alla moda e di come sia riuscito a sovvertire l’approccio tradizionale portando le modelle in strada e introducendo molte innovazioni tecniche, come l’utilizzo del teleobiettivo, del grandangolo o dell’open flash.

Dal 17 Giugno all'11 Settembre una mostra da non perdere di un artista instancabile e poliedrico come Klein, il quale ad oggi può essere considerato come l’ideatore e il maestro per eccellenza della Street Photography.