News

Passeggiata nella storia della Prima Guerra Mondiale

Fu il 1915 quando l’Italia entrò ufficialmente a far parte del primo conflitto mondiale, e sono passati esattamente 100 anni da quel giorno.

Uno dei protagonisti di questo scontro fu proprio il Monte Grappa, dove gli italiani costruirono la loro linea difensiva. Il Massiccio del Grappa si colloca sulla catena delle Prealpi Venete tra la pianura veneta a sud ed i territori centro-alpini a nord, a due passi dalla cittadina di Bassano del Grappa.

Le cime di questo monte, i fianchi delle singole montagne, le vallate ed anche questi paesi oggi conservano moltissimi ricordi, tracce e testimonianze di questo avvenimento. Soprattutto, rimane ancora vivo il ricordo delle terribili battaglie che si sono combattute e che hanno trasformato il Monte Grappa nel "monte sacro alla Patria".

In occasione del centenario della guerra è stato creato un percorso storico denominato “Trekking dalla Valle di Santa Felicita al Sacrario del Monte Grappa sui sentieri dei soldati del Grappa”, un percorso per raggiungere i luoghi più significativi del versante meridionale del Grappa.

Si tratta di un vero e proprio museo all’aperto dove ancora oggi nel percorso  è possibile trovare alcuni resti della Grande Guerra.

Naturalmente al termine della lunga e impegnativa escursione si giunge al Sacrario di Cima Grappa denominato anche Ossario in quanto raccoglie le spoglie dei 5405 soldati caduti nello scontro.

 Panoramica del Sacrario militare del Monte Grappa