In Good Hands

"DAVID BOWIE IS"

A sola una settimana dalla sua scomparsa, gli eventi e gli omaggi al re del trasformismo hanno iniziato a fare il giro del Mondo.

Mostre non sono fotografiche, ma anche iconografiche e cinematografiche. Delle vere e proprie esperienze multimediali per tutti coloro che sentono già forte la sua mancanza.

Da Brixton, il quartiere inglese dove è nato il Duca Bianco, al monumentale duomo di Utrecht, fino alla Walk of fame di Hollywood, in ogni parte del Mondo si celebra la scomparsa di uno dei più influenti artisti del Novecento.

 “David Bowie is”, è il nome della mostra tenutasi al prestigioso “Victoria and Albert Museum” di Londra e che si è conclusa lo scorso agosto ma che, in occasione dell’ inaspettata scomparsa dell’artista, si trasferirà al Groningen Museum in Olanda dall’ 11 Dicembre al 13 Marzo 2016: si tratta della più grande mostra dedicata a Bowie per omaggiare una carriera lunga 50 anni; oltre 300 oggetti esposti compresi filmati, fotografie, testi scritti a mano, bozzetti dei costumi e scenografie, un patrimonio storico legato al mondo di un uomo che è stato in grado di cambiare la cultura, la moda e il design. Ogni visitatore avrà a sua disposizione una cuffia con la quale potersi muovere liberamente all’interno della mostra ascoltando canzoni ma anche racconti di Bowie in persona.

Questo però non sarà l’unico evento dedicato al grande Hero: il prossimo 31 Marzo alla "Carnegie Hall" di New York si terrà un grande concerto-tributo all’artista che in realtà era già stato organizzato prima della sua morte ma che adesso avrà tutto un altro sapore.

Anche la Hernandez Art Gallery” di Milano propone un omaggio a Bowie attraverso una selezione di scatti della musica del duca Bianco dei fotografi Bruno Marzi, Massimo Barbaglia, Gigliola Di Piazza e Angelo Redaelli, che hanno documentato le tournée italiane di Bowie,  dando vita così ad un’ immersione nell’iconografia di un genio. La mostra sarà aperta dal 18 al 30 Gennaio 2016.

Non solo a Milano… Masayoshi Sukita, il maestro della fotografia giapponese che per più di quarant'anni ha immortalato e ispirato David Bowie è a Bologna in questi giorni per presentare la mostra "David Bowie & Masayoshi Sukita: Heroes", visibile fino al 10 maggio alla "galleria ONO" di arte contemporanea e realizzata con il patrocinio del Comune di Bologna.